Rustico in centro storico
35000.00 Euro

  • Case - Rustico in centro storico
  • Case - Rustico in centro storico
  • Case - Rustico in centro storico
  • Case - Rustico in centro storico
  • Case - Rustico in centro storico
  • Case - Rustico in centro storico
  • Case - Rustico in centro storico
  • Case - Rustico in centro storico
  • Case - Rustico in centro storico
  • Case - Rustico in centro storico
  • Case - Rustico in centro storico
  • Case - Rustico in centro storico

Descrizione

Nel caratteristico borgo antico di filattiera proponiamo questo rustico in sasso ristrutturato, con ingresso indipendente, così composto: al piano terra troviamo la cantina alla quale si accede da entrata esclusiva, al piano superiore il soggiorno, la cucina, le due camere e il bagno. completa la proprietà il terrazzo ampio e panoramico a cui si accede dalla cucina; ottima soluzione per una cena all'aperto. all'ingresso della proprietà c'è una corte che ospita uno spazio verde, comune ad altra unità. il tetto è in ordine e gli infissi sono con doppi vetri e legno.
la proprietà dista dal mare circa 35 minuti e per raggiungere la stazione sciiistica di cerreto lahgi si impiegano circa 50 minuti. in circa un'ora si raggiungono le città di pisa e parma. tutti i servizi sono a pochi km.
filattiera: benché si faccia risalire la sua fondazione all'xi secolo, pare che le sue origini siano databili all'epoca romana. la sua denominazione, infatti, deriva dal latino "filattiera" o "feleteriae castrum", cioè sede di torre di guardia del sistema di difesa bizantina. sotto il dominio di oberto i, appartenne ai malaspina dal 1221 fino a che non fu venduta, nel 1549, all'allora granduca di toscana, cosimo i dei medici. dal punto di vista monumentale, si distinguono l'ex castello malaspiniano della "valle bruglia", la chiesa romanica di santo stefano (sec. xi), la torre di epoca bizantina, la pieve di sorano e la chiesa, non datata, di s. giorgio. probabilmente a causa della sua posizione strategica, la lunigiana, durante il periodo medioevale, sviluppò rapporti strettissimi con i territori confinanti della liguria e della valle padana; tali rapporti, che sussistono ancora oggi, la portarono a godere di una certa ricchezza sotto il profilo sociale e culturale. sono testimonianza di tale vivacità, tra l'altro, le numerose residenze signorili che costellano il territorio comunale; la più caratteristica tra queste è villa buglia, meglio nota come "il castello": una costruzione ricca di elementi architettonici di chiara impronta medioevale, quali merlature, bifore, mura e fossati. da rilevare come nel corso dei secoli l'economia, da prevalentemente agricola, si sia gradualmente evoluta in agro-industriale, comportando, di conseguenza, una parallela trasformazione della società, inizialmente caratterizzata da un assetto di tipo rurale.
✔rif: pff-43
✔mq: 70
Segnala